Deutsch
Italiano
Italiano


Bibite e birre

Il nostro vastissimo assortimento di bibite comprende oltre 2.000 prodotti di gran pregio, ed il denominatore comune di questa ampia offerta è innanzitutto la qualità.

La nostra offerta di bevande comprende: acqua minerale fresca, sana e di alta montagna, deliziosi succhi alla frutta, nettari per assaporare il vero gusto della frutta, frizzanti bibite gassate di note marche internazionali ma anche locali.

getraenke

Per quanto riguarda il mondo delle birre, siamo in grado di offrirvi una selezione estremamente qualificata. Vendiamo birre che sono preparati rispettando rigorosamente "l'editto della purezza" bavarese, ritenuto a livello mondiale il criterio più autorevole per certificare l'alta qualità e la naturalezza. Proponiamo birre fabbricate dalle birrerie più apprezzate dagli intenditori: Augustiner (Monaco di Baviera), Schlossbrauerei Maxlrain del principe e della principessa von Lobkowicz (Bad Aibling), Schönramer, Auer Bräu (Rosenheim), Lammsbräu (Franconia), Camba Bavaria, Kitzmann di Erlanga, Fischer's (Erding) e Stiegl di Salisburgo. In più ricevete anche le più buone birre prodotti in Alto Adige. Il birrificio artigianale Batzen Bräu di Bolzano in poco tempo si è guadagnato un’ ottima reputazione presso intenditori in Italia, Austria e Germania e anche la birra Antonius di Fiè sullo Sciliar trova sempre più passionati. Inoltre ci occupiamo da anni della birra artigianale e quindi vendiamo il meglio che momentaneamente si produce in Italia: Birra del Borgo, Birra Baladin, Nuovo Birrificio Italiano e Doppio Malto.

A tutto questo aggiungiamo naturalmente un'assistenza qualificata per la gastronomia come il servizio di spillatura, bicchieri, sottobicchieri e materiale pubblicitario. Per quanto riguarda gli impianti di spillatura, oltre a metterli a disposizione li teniamo costantemente sotto controllo, per garantire una qualità del prodotto costante e ineccepibile.


Emanato nel 1516, l'editto della purezza stabilisce che per la produzione di birra si può utilizzare solamente acqua, luppolo e malto d'orzo.

L'acqua è l'ingrediente principale della birra e costituisce oltre il 90% del prodotto. Per la fabbricazione della birra si utilizza solo acqua pregiata, spesso superiore per qualità alla comune acqua potabile.

Il luppolo è l'anima della birra, alla quale conferisce l'aroma ed il suo tipico gusto amaro. Anche la spessa "corona di schiuma" che troneggia su una birra appena spillata è merito del luppolo.

Il malto d'orzo è un ingrediente estremamente importante per una buona birra, in quanto conferisce al prodotto finale il suo gusto pieno e il suo colore.

Di conseguenza, ai birrai che fabbricano rispettando l'editto della purezza è assolutamente vietato produrre birra utilizzando riso o addirittura mais.

Ogni consumatore, che abbia a cuore la qualità di ciò che beve, è facilmente in grado di riconoscere se una birra è stata fabbricata seguendo le disposizioni dell'editto della purezza: è sufficiente leggere con attenzione gli ingredienti dichiarati sulle etichette delle bottiglie oppure sulle spine dei locali pubblici.

L'editto della purezza è altresì la più antica norma di tutela dei consumatori del mondo, ritenuta a livello internazionale il criterio più autorevole per certificare la qualità e la bontà di una birra. Per ogni birraio che punti alla qualità, il rispetto dell'editto della purezza è una condizione irrinunciabile.


"Krachele" e aranciata prodotte in proprio da Harpf

Nei primi anni di vita la nostra azienda produceva in proprio bevande gassate alla frutta. Molti nonni e tante nonne si ricorderanno senz'altro di quando, negli anni Venti e Trenta, la domenica e negli atri giorni di festa era consentito stappare le frizzanti e spumeggianti "Krachelen". Queste bibite, paragonabili alla "gazzosa con la pallina" diffusa nel resto d'Italia, erano di colore giallo al gusto limone oppure rosa al sapore di lamponi. I Krachelen si bevevano direttamente dalla bottiglia – allora non c'erano bicchieri per questo tipo di bevanda – e proprio questa era la particolarità inconfondibile di queste dolci prelibatezze. Per aprire la bottiglia infatti bisognava spingere verso il basso il tappo consistente in una pallina di vetro la quale, muovendosi, produceva il caratteristico scoppiettio che diede il nome popolare alla bevanda ("krachen" in tedesco significa appunto scoppiare, esplodere).

La produzione di aranciata con il marchio Harpf, lanciata sul mercato negli anni Cinquanta, durò invece fino al 1977, quando l'azienda decise di concentrarsi esclusivamente sul commercio all'ingrosso di bevande.

Di quell'epoca rimangono come ricordo le casse blu con la scritta bianca e le leggendarie bottiglie panciute delle bibite gassate al sapore di frutta.

 
Top